Menu Chiudi

Nuova visita in cantina di fine corso:Tenute Lombardo

Si è concluso un altro corso di qualificazione professionale per sommelier di primo livello ad Agrigento con la consueta visita in cantina. Ad ospitare il gruppo di corsisti accompagnati dal Delegato e Vice Presidente AIS Sicilia Francesco Baldacchino e dal sommelier Luigi Gangarossa i proprietari di Tenute Lombardo a San Cataldo (CL), che già in passato avevano ospitato i corsisti della classe 2019

Gianfranco Lombardo che guida l’azienda di famiglia insieme ai due fratelli, in compagnia della moglie Fabiola e della cognata Teresa, apre le porte della cantina prima e della tenuta SUALTEZZA poi.

Con la stessa passione con la quale produce il proprio vino racconta in modo semplice e dettagliato le varie fasi di produzione: dal lavoro in vigna ai vari processi di vinificazione, affinamento e imbottigliamento. Tante le domande e le curiosità dei corsisti che hanno affrontato quegli argomenti proprio in questo primo livello del corso di qualificazione professionale per sommelier. Al racconto segue la visita vera e propria dei luoghi che contraddistinguono la cantina, dalla zona di immissione delle uve, ai silos di fermentazione e ancora la splendida barricaia e la zona di imbottigliamento e stoccaggio.

Il Tour prosegue in vigna più precisamente alla tenuta SUALTEZZA che da il nome alle due bollicine metodo Martinotti  che qui nascono. Un antico casale con palmento finemente restaurato che si staglia a 650 m s.l.m circondato da ordinati filari di vigna a perdita d’occhio, interessante per il gruppo vedere l‘importante lavoro di potatura in atto in questo periodo dell’anno. Questi terreni calcareo – gessosi  nonché l’esposizione e l’altitudine creano un mix perfetto che ben si prestano alla produzione di grandi Nero d’Avola, Catarratto e Grillo.

Accolti con grande cortesia e in un clima familiare si degustano diversi vini dell’azienda dai due spumanti metodo Martinotti Sualtezza 650 e Sualtezza rosée 650 al Bianco d’Altura e Rosso d’Altura, Unanime bianco e Unanime rosso, e in più in anteprima il Grillo . L’atmosfera conviviale è arricchita da un assaggio di piatti della tradizione: dal pane cunzato  e formaggi, alle patate al forno e salsiccia della migliore tradizione contadina. La degustazione si conclude con i cuddureddi di Delia accompagnati da Passadinero vino da uve nero d’avola appassite in pianta che concludono una giornata intensa e ricca di contenuti. Un ringraziamento alla famiglia Lombardo sempre capace di accogliere  con clima di familiare convivialità e contagiare tutti con la loro grande passione per il vino

2 commenti

  1. Paolo

    Bellissima giornata trascorsa con i colleghi di corso. Gianfranco Lombardo un ottimo proprietario di casa, ci ha spiegato molte cose del suo lavoro. Il tutto ci è servito per accrescere il nostro bagaglio culturale che ci porterà a diventare sommelier professionisti. Grazie a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.